logo

Trattamenti anti-tarlo

L'azienda, grazie ad un'esperienza consolidata, è in grado di effettuare trattamenti anti-tarlo. Grazie all'impiego di tecnologie avanzate, e sistemi innovativi interveniamo su qualsiasi tipologia di superficie garantendo risultati rapidi ed efficaci.

Tarlo del legno

Tarlo del legno

Il tarlo del legno è xilofago, cioè si nutre delle fibre legnose contenute nel legno, arrecando danni evidenti a mobili e travi scavando lunghe gallerie da 1,5mm. Raggiunta la maturità sessuale, il tarlo scava un foro di uscita, detto foro di sfarfallamento, dal quale esce anche una polverina detta rosure che spesso si trova per terra.

Acaro del Tarlo

Acaro del Tarlo (Pyemotes ventricosus)

L’acaro del tarlo è un piccolissimo artropode imparentato con le zecche; da adulto ha quattro paia di zampe e un apparato boccale pungente-succhiatore.
Solitamente si nutre a spese dei tarli: li punge e inietta loro un veleno che ha doppia funzione, paralizzante e digestiva. Una volta che i tessuti del tarlo sono liquefatti, l'acaro li succhia, nutrendosene.
Quando non trova insetti xilofagi di cui nutrirsi, attacca l'uomo.

Parassita dei tarli

Parassita dei tarli (Scleroderma Domesticum)

Insetto di misura pochi millimetri (3-5). E’ un parassita di larve d’insetti che vivono nel legno, in particolare dei comuni tarli dei mobili.
La femmina gravida una volta trovata la larva la punge ripetutamente, iniettandole un veleno che la paralizza. Vi depone poi le uova dalle quali schiudono dopo pochi giorni le larve. A questo punto le larve cominciano a filare un bozzolo, all'interno del quale le ninfe matureranno fino ad adulti.
Negli ambienti dove sono presenti mobili od altri manufatti tarlati, spesso si può essere punti, come reazione di difesa, da femmine adulte di Sclerodermia.
Le punture causano papule rossastre, piuttosto grandi pruriginose e persistenti. Per controllare le infestazioni da Scleroderma vanno eseguiti interventi mirati contro i tarli del legno attraverso azioni di restauro e di disinfestazione con opportuni prodotti insetticidi.

Capricorno delle Conifere

Capricorno delle Conifere

Il Capricorno delle conifere è un tarlo lungo circa due centimetri ed è diffuso in Europa, Asia, Africa e America settentrionale.
La durata del suo ciclo vitale varia a seconda della temperatura dell’ambiente in cui vive: in alcuni casi , dove la temperatura è più elevata, questo parassita può vivere fino a 17 anni. Il tarlo attacca strutture della casacon fori da 8mm. circa.

Termiti

Le Termiti o formica bianca

Le colonie di termiti attaccano qualsiasi struttura legnosa, utilizzata sia per le costruzioni sia per la fabbricazione di mobili ed oggetti vari: strutture lignee (tetti, solai, soffitti) e infissi (porte e finestre) di edifici antichi e moderni, luoghi di culto e d'arte, archivi e biblioteche, dove danneggiano anche volumi e testi antichi. Possono arrivare ad un migliaio di unità ed una profondità di alcuni metri.Se non diagnosticata per tempo, un'infestazione da termiti può provocare danni così gravi da causare crolli di travi, solai e cedimenti di pavimenti.

Formica carpentiera

Formica carpentiera

Sono generalmente dette "formiche carpentiere" per l'abitudine di gran parte delle specie di nidificare all'interno di gallerie scavate nei tronchi d'albero o nel legno morto.
Il trattamento antitarlo sui mobili avviene con una soffiatura ed aspirazione della polvere da rosura nei fori e successivamente avviene l’iniettatura dell’insetticida con apposite attrezzature.
Per le travature e strutture portanti stessa procedura e ed inoltre pennellatura dei travi e foratura con inserimento di appositi tasselli ed impregnatura in profondità di insetticida con procedimenti in varie fasi.

 

CLEANER SERVICE | 59/A, Viale Grigoletti - 33170 Pordenone (PN) - Italia | P.I. 01561290931 | Tel. +39 0434 363627 | Fax. +39 0434 363627 | cleanerservice@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite